BENVENUTI A SORRENTO!

Sorrento è un luogo di mare, di sole caldo, di profumi delicati e mille colori, di volti sinceri e autentici, dove gentilezza e ospitalità sono un binomio che si tramanda di generazione in generazione.

Qui è nato Torquato Tasso, poeta del ‘500 famoso per i suoi poemi, qui Lucio Dalla scrisse “Caruso”, una delle canzoni ancora oggi più ascoltate al mondo, dedicata al tenore lirico Enrico Caruso, che visse a Sorrento l’ultimo periodo della sua intensa vita.

La sua storia è quella di una città millenaria influenzata nei secoli da culture diverse: greca, romana, normanna, aragonese. Sono tutte civiltà che, passando di qui, hanno lasciato la propria impronta, ricevendo in cambio i frutti di una natura generosa e i paesaggi struggenti di uno dei tratti di costa più belli al mondo.

Dal XIX secolo, Sorrento è un’amena città turistica, forte di un legame molto solido con il mondo anglosassone risalente all’epoca del cosiddetto “Grand Tour”, quando la conoscenza del Mediterraneo era bagaglio indispensabile della formazione dell’aristocrazia mittleuropea. Ne è scaturita un’atmosfera molto diversa rispetto a quella di altre località turistiche della Campania, che ancora oggi si vive e si respira.

In un paesaggio unico al mondo, dove si alternano mare e montagna, profondi valloni e terrazze di agrumi, ognuno potrà scegliere l’escursione preferita in una delle rinomate località limitrofe: Napoli, Pompei, Ercolano, Ischia, Capri, Positano, Amalfi, Ravello.

Benvenuti dunque a Sorrento e al XVII Congresso Ordinario dell’Unione delle Camere Penali Italiane!